mercoledì 17 dicembre 2014

Natale con i tuoi.. Natale con noi!


In questi mesi siamo diventati qualcosa di molto simile a una famiglia.. e ora che il Natale si avvicina, sentiamo anche noi il desiderio di incontrarci e ritrovarci.
Non siamo la classica famiglia da copertina e il nostro album dei ricordi, seppur ancora magrolino, è ricco di tanti momenti diversi da ricordare e di volti sempre nuovi. Si potrebbe pensare che, come nella maggior parte degli album di famiglia, nel nostro siano finite solo le fotografie dei momenti felici.. si sa, nessuno vuole ricordare i momenti difficili, ancor meno quelli tristi. E invece no. Nel nostro album ricordi, sguardi e attimi ci sono finiti tutti, ma se è così bello è semplicemente perché siamo stati una famiglia fortunata.
Fortunata non significa che non ci siano state sfide all’apparenza invincibili e battaglie impegnative: significa che ognuno di noi ha trovato persone che non si sono arrese e hanno continuato a tenere gli occhi fissi sull’obiettivo.
E soprattutto abbiamo trovato loro: portatori sani di sorrisi contagiosi, combattenti involontari che non temono di mostrarsi senza finzioni e guide inconsapevoli che ci hanno mostrato prospettive tanto impegnative quanto meravigliose. Ci hanno lasciato così tanta ricchezza che se dovessimo proprio dar loro una “nomina”, senza alcun dubbi sarebbero i nostri nonni.
Sono proprio queste persone che ci accoglieranno nella loro casa domenica 21 dicembre dalle 15.00, per festeggiare queste feste che stanno arrivando così velocemente, rallentare e ritrovarci ancora una volta avvolti dalla magia di scoprire quanto le cose semplici che spesso dimentichiamo di guardare siano così importanti.
Perciò amici, non perdete l’occasione di emozionarvi con tutti noi .. vi aspettiamo!

Angela


mercoledì 3 dicembre 2014

.. ripartiamo dai nostri talenti!

In un mondo dove i limiti sono stati apparentemente eliminati e il rassicurante stereotipo di perfezione nasconde un po’ le stranezze di ognuno, portare l’attenzione sulla disabilità è una meravigliosa opera di ribellione e rottura. 
Oggi, 3 dicembre, si celebra la giornata internazionale per i diritti delle persone con disabilità: nella sua concezione più superficiale e condivisa, questa parola porta alla mente persone handicappate e isolate ma riflettendo meglio sul senso della parola disabilità capiamo che si tratta di mancata abilità, e questa è una condizione con cui ognuno fa i conti ogni giorno. 
La svolta entusiasmante consiste nel non fermarci a ciò in cui noi e gli altri non brilliamo, ma concentrarci sul nostro talento e trovare noi stessi decisamente oltre a un traguardo che non avevamo considerato.
La disabilità e la diversità sono tesori che arricchiscono la meravigliosa varietà che possiamo scoprire nel mondo perciò, come scrisse Marguerite Youcenar "Il nostro errore più grave è quello di cercare di destare in ognuno proprio quelle qualità che non possiede, trascurando di coltivare quelle che ha". 
Per questo io credo che oggi, 3 dicembre, sia in effetti la giornata internazionale al diritto di essere unici, imperfetti e felici.

Angela


.. dalla convenzione Onu per i diritti delle persone con disabilità
Articolo 3 - Principi generali della Convenzione
"Il rispetto per la dignità intrinseca, l’autonomia individuale, compresa la libertà di compiere le proprie scelte, e l’indipendenza delle persone; 
la non discriminazione; la piena ed effettiva partecipazione e inclusione nella società; il rispetto per la differenza e l’accettazione delle persone con disabilità come parte della diversità umana e dell’umanità stessa; la parità di opportunità; l’accessibilità; la parità tra uomini e donne; il rispetto dello sviluppo delle capacità dei minori con disabilità e il rispetto del diritto dei minori con disabilità a preservare la propria identità".

martedì 2 dicembre 2014

Benvenuto dicembre!


Anche se quest’anno l’inverno tarda a mostrarsi in tutto il suo candido gelo, dicembre è ufficialmente iniziato. Il mese delle vacanze, dei sogni , delle mille luci.. e delle somme. 
Siamo ancora profondamente riconoscenti per il successo della mostra e gli apprezzamenti alle opere e al progetto in generale: per quanto le nostre aspettative fossero ambiziose, quasi 500 visitatori è un risultato ben al di sopra di quanto potessimo immaginare! 
Questi 5 giorni ci hanno dato anche la possibilità di conoscere più da vicino le persone che ogni giorno dedicano il loro tempo agli ospiti della casa Abilè: storie diverse da tanti angoli del mondo, che ascoltate nello spazio luminoso della sala mostre profumavano di racconti di famiglia. 
Sentire l’entusiasmo di chi è co-protagonista del nostro progetto ha rinforzato la nostra determinazione; trovarsi circondati di sguardi gentili e pieni di gioia per le cose semplici ha rinnovato la nostra convinzione; percepire l’emozione e la sorpresa nelle meravigliose parole degli amici di sempre ci ha ripagati di ogni sforzo fatto finora. 
Ma come dicevamo dicembre è anche il mese dei sogni, e si sa, lo spazio dei sogni è nel futuro. 
Per questo, se volete immaginare e vivere il futuro con noi e ritrovare uno spazio positivo per il prossimo anno, vi ricordiamo che il calendario con le opere presentate è disponibile presso la casa Abilè e a tutti i concerti degli Steel Horse (www.steelhorse.eu). In particolare, il 20 dicembre al Poker Kapei di Marano Vicentino, il 21 dicembre alla festa di Natale della casa Abilè di Schio (per la quale stiamo preparando lustrini e sorprese) e il 26 dicembre a San Giorgio di Perlena (VI).